Una pianta eccezionale

 

La valeriana officinalis è una pianta che appartiene ad una famiglia di oltre 150 specie ed è volgarmente chiamata erba dei gatti.

Tale pianta è particolarmente nota per le proprietà rilassanti ed è utilizzata per combattere l’ansia e agevolare il sonno:

oltre ad agire sul sistema nervoso, aiuta anche a rilassare le pareti dell’intestino e dello stomaco.

 

Valeriana: quando prenderla

 

La valeriana può essere assunta sotto forma di tisana, decotto, compresse o gocce.

Le formule più utilizzate sono quelle galeniche e in particolare la tintura madre: infatti i vantaggi di assumere la valeriana in gocce sono molteplici.

Si possono regolare i dosaggi in base alle proprie necessità, possono essere assunti ovunque, eliminano il problema dell’odore poco gradevole della radice e, inoltre, la tintura madre offre un’alta concentrazione dei principi attivi di questa pianta: oli essenziali, alcaloidi e flavonoidi.

 

Valeriana gocce: posologia 

 

gocce valeriana: dosaggio correttoCome già citato la valeriana ha un buon potere rilassante, quindi aiuta ad eliminare l’ansia e a regolare il sonno, ma non sono le sue uniche caratteristiche.

L’assunzione, all’occorrenza, di 10/15 gocce di tintura madre può alleviare i mal di testa dovuti a stress, preoccupazioni e nervosismo.

La radice di questa pianta (parte utilizzata per estrarre i principi attivi) risulta essere particolarmente adatta a combattere i crampi intestinali agendo sulla mucosa.

Rispetto a tutte le altre formulazioni (capsule, infusi e pastiglie) la valeriana in gocce è il prodotto che offre maggiori vantaggi.

Oltre a quelli già citati, si tenga conto che le gocce agiscono più velocemente e possono essere utilizzate per trattamenti duraturi per combattere l’uso dei sedativi regolarizzando i ritmi vitali.

Quando si assume valeriana in gocce è sempre bene chiedere allo specialista il dosaggio adatto poiché ogni marca può avere una concentrazione maggiore o minore.

Per regolarizzare il sonno è importante assumere le gocce mezz’ora prima di andare a dormire.

 

Le controindicazioni possibili

 

Tutti i rimedi naturali possono avere delle controindicazioni che non vanno mai sottovalutate.

Proprio per la sua caratteristica principale, la valeriana, può dare sonnolenza o interagire con alcuni farmaci, in particolare i sedativi, quindi bisogna sempre comunicare al medico se si pensa di integrare le cure tradizionali con le cure naturali.

Per i bambini sotto i sei anni non esistono studi scientifici che parlino degli effetti quindi, in questo caso, mai somministrare la valeriana di propria iniziativa.

Se serve, il medico terrà conto dei vantaggi di assumere valeriana in gocce, prescrivendo il giusto dosaggio per impiego pediatrico.

 

La valeriana è adatta alle donne in stato di gravidanza?

 

L’assunzione della valeriana in gravidanza non trova tutti concordi. Questo è dovuto al problema di studi incompleti sui rimedi naturali, le ricerche specifiche sono spesso settoriali e non ad ampio spettro.

Se durante la gestazione si vuole assumere una cura naturale è sempre meglio rivolgersi prima al proprio medico curante.

 

Tutte le informazioni presenti in questo articolo sono state prese dal sito www.lavaleriana.it

Valeriana in gocce: dosaggio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.