Monday, September 28

Consigli su come scegliere il giusto abbigliamento quando andiamo in mountain bike in compagnia

abbigliamento-bike

Per godersi una pedalata in bike occorre avere la compagnia giusta, una buona preparazione atletica e il miglior abbigliamento MTB.

Quando si tratta di uscire in bici da soli o con gli amici non si può improvvisare il vestiario con quello presente nel proprio guardaroba ma occorre orientarsi verso un approccio tecnico.

In questo modo, l’abbigliamento da Mountain Bike garantirà un comfort ineccepibile per ottimizzare le prestazioni, oltre ad assicurare la sicurezza necessaria.

Senza mai dimenticare che la prerogativa essenziale di uscire in bike è quella di divertirsi!

Le protezioni per il capo

Gli indumenti da mtb presentano alcune lievi differenze a seconda della disciplina svolta. Si tratta di alcuni piccoli accorgimenti che possono davvero fare la differenza, sia in termini di comodità, sia in resa di sicurezza.

I divari più evidenti si riscontrano:

  1. nei tipi di caschi
  2. nella forma e grandezza degli occhiali

1.Il casco

Quelli da cross country sono molto simili a quelli usati dai ciclisti da strada. Sono leggeri, con un’ottima areazione e una conformazione in grado di migliorare l’aerodinamicità.

I caschi da mountain, invece, garantiscono una protezione maggiore, grazie a una visiera che protegge dai raggi del sole e dai rami selvaggi che possono infliggere graffi e gravi danni.

L’avvolgenza è più spiccata verso la nuca e nella zona occipitale, mentre alcuni caschi per la mountain hanno anche una mentoliera removibile.

Tutto questo senza rinunciare a una discreta aerazione.

Per l’enduro, il free ride e il downhill, i caschi tecnici sono integrali e con un peso che si orienta tra i 750 e i 950 grammi. Si tratta, quindi, di dispositivi di sicurezza molto leggeri.

Tranne nei casi di all mountain ed enduro, i cui caschi sono molto protettivi, nelle altre discipline è preferibile indossare una bandana al di sotto del casco.

Il sottocasco è un valido stratagemma, semplice ma funzionale, per assorbire il sudore e non farlo gocciolare lungo la fronte, creando problemi alla vista.

2.Gli occhiali

Qualunque sia la disciplina, questi accessori sono indispensabili per evitare che fango, polvere e moscerini possano recare danni oculari.

Gli occhiali tecnici da mtb sono dotati di un particolare sistema di areazione che impedisce l’appannamento grazie a una serie di forellini disposti lungo i margini delle lenti.

Riguardo alla forgia, gli occhiali downhill ricordano vagamente quelli impiegati nello sci.

abbigliamento-bike

Come scegliere l’abbigliamento giusto da mtb

L’abbigliamento pe l a MTB deve avere le qualità necessarie per ottimizzare le prestazioni e fornire un valido supporto per affrontare il mondo della natura.

Quindi, oltre a essere realizzati con tessuti leggeri, gli indumenti da bici devono essere resistenti e traspiranti e dove serve, con tessuto antivento o protezioni, ma anche facilmente lavabili a 40°. In questo modo, sarà possibile igienizzare correttamente il capo senza che ne esca consunto o rovinato.

1. Le maglie

Anche in questo caso, come per il casco e gli occhiali, i modelli presentano lievissime sfumature in base alla disciplina praticata.

Le maglie possono essere indossate anche a contatto con la pelle e, per questo, occorre che siano di materiale tecnico, leggero e traspirante. Queste accortezze sono necessarie per agevolare la traspirazione del sudore e tenere la pelle asciutta.

Per agevolare questo processo è preferibile evitare di indossare maglie di cotone che, altrimenti, si impregnerebbero di sudore alterando il naturale scambio termico.

Le t-shirt da cross country sono sempre attillate e alcuni modelli sono dotati di una cerniera anteriore che favorisce l’aerazione durante le fasi di sforzo.

Per gli amanti della mountain e dell’enduro, si utilizzano maglie meno aderenti. In questo modo, è facile indossare le opportune protezioni, come gomitiere o paraschiena.

Nel downhill, invece, la preferenza va alle maglie oversize super-colorate, una preferenza che tiene conto della sicurezza e della visibilità durante la pratica.

Tutte le maglie Biotex sono realizzate in tessuto tecnico e offrono il massimo dell’efficacia per qualsiasi disciplina da mtb.

Oltre alla maglia, ogni volta che si esce in mountain bike è buona norma portarsi nello zaino uno giacchino antivento da indossare prima di iniziare la fase di discesa.

In questo modo, quando il ciclista è sudato, non risentirà del freddo.

2. I pantaloncini

Nella scelta dei pantaloncini entrano in gioco soprattutto le preferenze individuali.

I praticanti di cross country prediligono i pantaloncini attillati perché sono molto comodi da indossare e migliorano l’aerodinamicità.

Per il trial, la mountain o l’enduro, i biker indossano sotto un boxer con fondello e sopra  un baggy short. Questi pantaloncini sono muniti di tasche e, avendo una maggiore lunghezza, proteggono da arbusti e spine e offrono una protezione maggiore in caso di caduta.

Qualsiasi sia la scelta, è indispensabile orientarsi verso pantaloncini con fondello interno, il cui scopo è quello di:

  • facilitare la dispersione del sudore mediante un particolare rivestimento tecnico
  • proteggere il coccige e le parti intime da pericolosi schiacciamenti
  • assorbire le vibrazioni

È opportuno indossare i pantaloncini senza biancheria intima che, essendo in cotone, finirebbe con l’assorbire il sudore provocando arrossamenti e, nei casi più gravi, anche lesioni alle zone più delicate del corpo .

In linea di massima, i pantaloncini sono unisex ma esistono fondelli specificamente pensati per soddisfare le esigenze anatomiche di uomo e donna.

I pantaloncini Biotex hanno una vestibilità ottimale e permettono una estrema libertà di movimento senza rinunciare alla necessaria protezione.

Le zone periferiche

Il vestiario da biker non può dirsi completo se non prevede anche i guanti, le scarpe ed eventuali calzini con la possibilità di inserire le protezioni tibiali (molto utilizzati nel downhill). In questo caso, il consiglio per scegliere i migliori capi da mtb è quello di valutare sia la sicurezza fornita sia il grip ottenibile.

1. I guanti

Fino a qualche anno fa, i guanti a mezze dita andavano per la maggiore. Oggi, invece, si preferiscono i guanti completi, più versatili e più protettivi.

Indossare i guanti è indispensabile per avere una presa migliore sul manubrio, senza contare che, in caso di caduta, l’attrito è di gran lunga inferiore. Da non sottovalutare l’imbottitura presente sul palmo che quando ci si alza sui pedali e si spinge sul manubrio, fa veramente la differenza.

2. Le scarpe

La scelta della scarpa va di pari passo con il tipo di disciplina e con il pedale montato sulla propria mtb.

I pedali flet hanno una superficie piatta costellata da pin che migliorano la stabilità del piede durante la pedalata. In casi del genere, è sconsigliata la scarpa da tennis perché la suola, seppur modulata, non offre un grip ottimale.

Per i pedali a sgancio rapido e gli ibridi, le scarpe da mtb sono più rigide e hanno una suola più larga rispetto a quelle impiegate nel cicloturismo.

3. Calza con protezioni

Per una maggior sicurezza e protezione, consigliamo di scegliere una calza già predisposta per l’inserimento delle protezioni tibiali così da poter affrontare la discesa senza doversi preoccupare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.