Saturday, November 28

Le migliori app per parcheggiare

app-per-parcheggiare

Parcheggiare non è affatto semplice. Soprattutto se vivi in una grande città e vuoi, ad esempio, mangiare una pizza il sabato sera. Oppure, andare a mare in un luogo di villeggiatura. Ma la tecnologia può venirti in aiuto in tal senso.

Infatti, ci sono delle app – gratuite e facilmente scaricabili – che ti danno diverse informazioni inerenti proprio al mondo del parcheggio. Eccone qualcuna.

EasyPark

Questa app è valida sia per ios che per Android. Ma non è, ovviamente, l’unico vantaggio. Partiamo dalle città in cui può essere utilizzata: sono più di 1500 in tutta Europa e il sistema è davvero molto semplice.

Ti basta andare nell’apposita sezione in cui devi indicare la città dove stai andando e potrai trovare, con sullo sfondo una mappa della zona che hai scelto, un elenco dei parcheggi disponibili in tal senso.

Il punto di forza è sicuramente compreso anche nella rapidità: in pochi e semplici passi, infatti, troverai il parcheggio giusto senza buttare il tuo tempo e il carburante.

SocialParking

Questa app è l’emblema di quanto possa essere bello il mondo di internet con un pizzico di collaborazione in più tra gli utenti. Infatti, a dare man forte a tutte le informazioni presenti sono proprio le persone.

Più che un’app, infatti, oseremo dire che SocialParking è una sorta di network che, in tempo reale, ti dice quali sono i parcheggi liberi, anche al centro. Ma, attenzione, a segnalarti il tutto saranno gli utenti stesso.

Il funzionamento è molto semplice: ti basta geolocalizzarti e poi lanciare l’app. In maniera automatica, quindi, ti segnala quali sono i post liberi per la tua auto nelle immediate vicinanze.

Ricorda, però, che questa è un’app di ‘dare/avere’: nel senso che, magari, quando liberi il posto, vai su ‘Segnala un parcheggio’ in modo che l’app possa aggiornarsi e segnalare all’utente che viene dopo di te la nuova situazione.

La validità di questa app dipende molto dagli utenti.

Parkopedia Parcheggi

Il nome ti suona familiare? Sì, è proprio quello che pensi! Il suo nome, infatti, è frutto dell’unione di ‘parking’ e ‘Wikipedia’. Cosa c’entra l’enciclopedia più famosa al mondo? Semplice, si caratterizza per la miriade di informazioni sui parcheggi che puoi trovare, proprio come Wikipedia.

Infatti, nel momento in cui si scrive sono più di 70 i milioni di posti auto registrati, divisi in 89 paesi. Il tutto grazie al contributo delle persone.

Con questa app puoi fare un bel po’ di cose, come trovare il parcheggio vicino a un indirizzo ben preciso o, comunque, accanto a dove ti trovi. Ma anche avere tutte le indicazioni più importante per arrivarci in quel parcheggio, oltre al check della disponibilità di posti liberi in tempo reale.

E se i parcheggi non sono gratuiti, nessun problema: saprai in anticipo prezzo e disponibilità, oltre alla modalità di pagamento. Ma, ovviamente, se il parcheggio a pagamento non ti garba per nessuna ragione al mondo, puoi filtrare il tutto selezionando il parcheggio gratuito.

Scopri le altre app per parcheggiare in questo articolo.

Utilizzare Google Maps in un certo modo

Chiudiamo con Google Maps. Cosa c’entra Google Maps con il mondo dei parcheggi? Puoi utilizzare quest’app in due modi:

  • In primis, se vai nella sezione dei servizi disponibili, dove ci sono i tre puntini, troverai la dicitura ‘Altro’. In questo caso, troverai proprio la categoria ‘Servizi’ e, all’interno, anche una parte dedicati ai ‘Parcheggi’. Se ci clicchi, troverai le aree dove parcheggiare, in base alla posizione in cui ti trovi. Oltre, ovviamente, a tutte le indicazioni per arrivarci.
  • Appena trovi un parcheggio libero, invia la posizione su posizione a un tuo amico, al tuo partner con una parola chiave (ad esempio ‘parcheggio + città’). In questo modo, ti basterà scrollare la cronologia di WhatsApp per sapere dove parcheggiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.