Saturday, November 28

Tagli corti da uomo quale scegliere

Scegliere un taglio di capelli, ai tempi del Coronavirus è difficile, prima di tutto perché mancano dei professionisti del settore, nel realizzare tagli innovativi e moderni, ma anche e soprattutto perché il più delle volte dobbiamo accontentarci di “arrangiarci” col fai-da-te.

Per questo è fondamentale scegliere un taglio che sia veloce da ripassare nel tempo, dato che non si hanno ancora certezze sull’eventuale riapertura dei saloni di bellezza e d’acconciatura, e che abbia una bassa manutenzione.

Ti ho proposto alcune acconciature da uomo semplici e veloci da realizzare e che non richiederanno una scelta dispendiosa in termini di tempo e neanche della presenza di un parrucchiere qualificato.

Se invece vuoi avere una visione nell’insieme più ampia e dettagliata, allora ti consiglio di cliccare qui, dove il sito Il Gentiluomo ci da numerosi tagli trendy del 2020 dai quali prendere spunto.

Tagli-corti-da-uomo-2020-quale-scegliere

Tagli di capelli Corti

I tagli di capelli corti di questo 2020 sono molto intuibili ed ottenibili, e te ne ho proposti alcuni con relativo breve step-by-step per ottenerli, spero che trovi utili questi consigli!

Crew Cut

Conosciuto anche con il nome di isolotto o doppia base è l’esemplificazione del taglio militare, corto, uniforme e rasato, mantiene la tua cute ed il tuo cuoio capelluto puliti e netti.

La zona superiore della testa o sommità viene lasciata crescere leggerissimamente più lunga, ma questa differenza rispetto alla parte laterale è impercettibile quasi.

Per l’estate e le temperature più calde, avere un taglio di capelli corto, specialmente se hai dei capelli doppi, molto spessi e che ti finiscono davanti agli occhi, è proprio giunto il momento di radere tutto a zero. A pelle.

So che potrebbe suonare leggermente estremo, ma fidati che quando il caldo sarà arrivato, nessuno di noi se ne sarà accorto e sicuramente sarà già arrivato il tempo di un nuovo taglio di capelli, fresco ed in ordine.

Per ottenere un taglio Crew Cut dovrai:

  1. Radere la parte superiore con il numero #2 o#3, in modo da raggiungere una lunghezza sulla sommità che va da un minimo di 6 mm ad un massimo di 10 mm. Questo renderà la parte superiore liscia e pronta per essere bilanciata con quella laterale.
  2. Per la zona temporale invece si può procedere con un taglio leggermente più corto, l’ideale sarebbe la 3 mm o numero #1, che annovera una lunghezza facilmente integrabile con quella superiore.
  3. Essendo presente un distacco fisico tra la lunghezza superiore e quella laterale è conveniente integrare un pettine distanziatore aggiuntivo, che vada a mitigare e ad alleggerire il carico e la differenza tra i due diversi strati del taglio. Ciò è possibile con un pettine numero #1 e mezzo o da 4,5 mm.

Buzz Cut

Il Buzz Cut risale invece al XIX secolo, in Serbia, dove grazie all’inventiva di Nikola Bizumic, con la scoperta della macchinetta tagliacapelli, radere i capelli al livello di pelle è diventato possibile, ed in pochissimo tempo anche.

Prima di allora esistevano solamente le tosatrici manuali, che rendevano la pratica della rasatura dei capelli a pelle ancora piiù difficoltosa, in termini di tempo impiegato e risorse per raggiungere quel risultato.

E’ il taglio maschile per antonomasia dei soldati americani, che per la prima volta entravano nell’Esercito e si arruolavano, un taglio da uomo che sottolineasse l’uguaglianza ed omogeneità delle nuove reclute davanti alle Armi.

Per realizzare un Buzz Cut dovrai:

  • Avere un regolacapelli di una qualità discreta, vanno bene quelli che vanno da una fascia minima di prezzo di 30 euro ad un massimo di 50 euro, in modo da trarre il massimo dal suo acquisto.
  • Inizia ad avere famigliarità con il rasoio tagliacapelli, gioca con la levetta, trova il tasto dell’accensione e capisci per bene quali pettini ti serviranno per la rasatura e quali invece saranno totalmente irrilevanti.
  • Inizia a pulire la zona laterale, togliendo una massa considerevole di capelli, con la 6 mm o numero #2, così facendo avrai una base di partenza dalla quale far partire il taglio vero e proprio.
  • Procedi con la stessa misura sopra, creando uniformità di lunghezza su tutto il cuoio capelluto.
  • Togli il pettine dalla tua tosatrice, alza al massimo la levetta laterale e radi l’area dei capelli che inizia ad altezza tempie e procedi per tutto la testa, creando una specie di caschetto su tutta la testa.
  • Abbassa la levetta, e gioca con quest’ultima in modo da rimuovere quel fastidioso solco che separa la parte superiore da quella temporale del cuoio capelluto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.